Pescatori Capo Frasca: la fine di una discriminazione

Nella odierna seduta pomeridiana della IV Commissione Difesa della Camera dei Deputati è stata approvata all’unanimità la risoluzione – da me depositata – con la quale si impegna il governo a riconoscere gli indennizzi ai pescatori delle marinerie adiacenti il Poligono di Capo Frasca, finora esclusi dai benefici previsti per Capo Teulada e Quirra dal protocollo d’intesa siglato il 9 agosto 1999 tra Ministero della Difesa e Regione Sardegna.

Si avvia così un iter che porterà a sanare una incomprensibile discriminazione per i piccoli pescatori di quel territorio: un fatto importante per oltre 700 se si considera l’area che va da Cabras fino a Arbus, prevalentemente famiglie monoreddito e attività già fortemente danneggiate sia dalla presenza militare che dall’impoverimento dei mari prodotto dalla pesca a strascico.

Il dispositivo approvato impegna il Governo:

1) ad attivare un tavolo di concertazione con Regione, Enti locali, associazioni di categoria dei pescatori al fine di predisporre gli elementi necessari all’integrazione del protocollo d’intesa del 1999;

2) a definire un calendario certo delle esercitazioni e quindi alla riduzione del blocco della attività pesca all’effettivo periodo di utilizzo del Poligono;

Michele Piras
Deputato SEL
IV Commissione Difesa