Reddito minimo garantito subito!

Due pensionati su tre percepiscono meno di 750€ al mese. Tanti altri, precari, non arriveranno (ammette l’Inps) nemmeno a sfiorare quella cifra. Moltissimi i lavoratori pagati ancora meno. Troppi i disoccupati, inoccupati, inattivi, mentre il Paese si disgrega e le nuove generazioni non riescono nemmeno a immaginarlo un progetto di vita: una casa, dei figli, una pensione.
E mentre in Francia, in Gran Bretagna, in Australia e (pensate un po’) persino negli Stati Uniti d’America si torna a ragionare di salario minimo, nel nostro Paese affossiamo il poco lavoro che c’è e i periodi contributivi a colpi di precarietà, legge Fornero e voucher.
Ma che si governa a fare, se questa non diventa la priorità?
‪#‎redditominimogarantito‬ subito!